A chiamarla Baby-Benz oggi storceremmo il naso, tuttavia questa storia nasce proprio così.

Siamo nell’ormai lontano 1982 quando debuttava la prima Classe C – all’epoca “190”, divenne “Classe C” soltanto dal 1993 – un esordio che segnava una svolta nel posizionamento di questo marchio sancendo l’avvio di un’offensiva commerciale che trasformò Mercedes-Benz da un tradizionale produttore di alta gamma in un marchio di lusso moderno e di ampio respiro operante su larga scala. Il successo di questo modello negli anni è stato strepitoso, tanto da assurgere a vero e proprio riferimento nel suo segmento divenendo presto un bestseller.

La ‘Baby Benz’ oggi, però, è più adulta che mai e ribadisce con forza la propria leadership attraverso importanti innovazioni e declinandosi in ben sei versioni che ne esaltano temperamenti differenti: Business, Sport, Premium, Sport Plus, Premium Plus e Premium Pro.

Il fascino di questa vettura è anche nelle sue piacevoli sfaccettature, antinomicamente esaltata da un design elegantemente sportivo ed una modernità esclusiva. Fedele a sé stessa, il suo nuovo look non stravolge la sua anima facendo sempre sentire “odore di famiglia” rispetto agli altri modelli del marchio. In generale appare comunque più arrotondata, con degli inediti gruppi ottici a LED (di serie) sapientemente ridisegnati. Un design che premia anche l’aspetto aerodinamico: il CX della berlina, infatti, è di 0.24 che sale a 0.27 per la station wagon. Infine le misure della nuova Mercedes Classe C berlina sono 4.751 mm di lunghezza, 1.820 mm di larghezza e 1.438 mm di altezza mentre il passo è di 2.865 mm. Per quanto riguarda la station wagon, invece, le misure sono le seguenti: 4.751 mm di lunghezza, 1.820 mm di larghezza e 1.455 mm di altezza con passo invariato.

Parola d’ordine? Electric First. Tutte le motorizzazioni, infatti, sono dotate di un sistema elettrificato Mild Hybrid a 48 v che offre un boost di 15 Kw e 200 Nm, a cui si aggiunge una praticità di utilizzo ineguagliabile. Ciò grazie allo standard tecnologico ormai raggiunto da Mercedes che rappresenta lo stato dell’arte della tecnologia all’interno dell’attuale panorama automobilistico. È così che gli interni sono impreziositi dal sistema MBUX di seconda generazione ulteriormente implementato, con strumentazione completamente digitale OLED dalla definizione eccezionale e di dimensioni generose che le donano un carisma ancora più sofisticato, strizzando l’occhio, al tempo stesso, alla praticità d’uso. Debutta anche un’inedita funzione MBUX Smart Home che permette di gestire da remoto le funzioni smart di casa. La piattaforma MBUX propone, poi, altre diverse funzionalità anche legate all’intrattenimento – senza dimenticare l’ormai insostituibile assistente vocale Hey Mercedes – coniugandole ad un ulteriormente implementato livello di privacy grazie ad un sofisticato lettore di impronte digitali.

Tanto già basterebbe per valutarla quale prima della classe ma, come al solito, Mercedes non si esaurisce qui: l’asse posteriore è sterzante (optional acquistabile anche successivamente attraverso un semplice aggiornamento software) e permette di migliorare l’agilità dell’auto facendo sterzare le ruote posteriori nella direzione opposta rispetto a quelle anteriori fino a 2,5 gradi a velocità inferiori a 60 km/h.

La sicurezza, invece, non è mai un optional per Mercedes che fornisce di serie dei raffinati sistemi ADAS, tra cui il sistema Brake Assist e Lane Keeping Assist. A richiesta, invece, può disporre anche di un pacchetto di assistenza alla guida con l’Active Distance Assist DISTRONIC, l’Active Steering Assist, il Blind Spot Assist ed il Traffic Sign Assist. Come di consueto non manca nemmeno il pacchetto per l’assistenza al parcheggio.

Adesso, però, è il momento di toccarla con mano: ti aspettiamo in Dag Auto!